Salus SpaceArchives

ex-casa-di-cura-villa-salus-durante-demolizione

Nel luglio 2018 abbiamo assistito – con un po’ di dispiacere e batticuore – alla demolizione dell’edificio della ex-Casa di cura “Villa Salus”. Abbiamo voluto documentare le principali fasi dell’abbattimento: anche questo momento finale crediamo faccia parte di una storia. Da qui è nato il video, il cui autore (fotografie, riprese, montaggio e musiche) è Sergio Vegetti. L’idea è nata nel gruppo di volontari che si propone di conservare e valorizzare la storia di Villa Salus. A pensarci bene si è trattato di una duplice demolizione: l’immobile della ex-clinica e – sotto – la struttura, in parte conservata e visibile, della Villa Monti-Malvezzi, sorta nel ‘700. Dalle macerie dell’abbattimento abbiamo ritenuto giusto conservare alcune pietre (le più recenti e quelle antiche): saranno esposte, insieme ad altro materiale, in un “centro di documentazione” che sorgerà nella nuova struttura. È in cantiere, infatti, un nuovo servizio, una nuova realtà, che si chiama “Salus Space”. Tra le varie attività è previsto l’accoglimento, al suo interno, del progetto “L’Angolo della storia a Salus Space” che si occuperà di documentare e far conoscere tre aspetti storici: la villa del ‘700, Villa Salus, il Prof. Oscar Scaglietti (fondatore della clinica ortopedica).

Marilena Frati, Emanuele Grieco, Sergio Vegetti
(Comitato di scopo per il progetto «L’Angolo della storia a Salus Space»)

 

L’Angolo della storia a Salus Space (ideato da Emanuele Grieco e Marilena Frati) organizza e promuove due eventi in occasione del 25esimo anniversario della morte del prof. Oscar Scaglietti, fondatore della casa di cura Villa Salus.

Dal 23 al 30 ottobre 2018 nella piazza coperta “L.Orlandi” del Centro Civico di via Faenza 4 si potrà visitare una mostra fotografica a lui dedicata. Sarà aperta lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8 alle 13, mentre martedì e giovedì dalle 8 alle 17. 30.

Venerdì 26 ottobre a partire dalle 17, sempre al Centro Civico del Quartiere Savena, ci sarà un convegno pubblico sulla figura del medico e ortopedico. Molti gli interventi in programma per ripercorre gli anni di lavoro di una delle figure chiave dell’ortopedia bolognese. Tra i tanti interventi ci sarà quello delle figlie del prof. Scaglietti, Daniela e Lucilla, e di Alessandro Faldini, allievo di Scaglietti e primario di ortopedia. Durante l’incontro saranno presentati anche i cinque Quaderni di Villa Salus a cura dell’Angolo della Storia.

Questo il programma completo del convegno

L’obiettivo del gruppo l’Angolo della storia è la conservazione e la valorizzazione della memoria delle istituzioni, realtà e persone che hanno reso possibile Villa Salus.

Villa Salus anni 50

Foto ricordo di un gruppo di operatrici di Villa Salus (tra cui la signora Liliana Tabaroni, che ha concesso la fotografia). La Casa di cura negli anni 50 aveva 4 piani.

A Salus Space sta nascendo «L’Angolo della storia», su un’idea di Marilena Frati e Emanuele Grieco,sono loro stessi a spiegarci di che si tratta.

L’obiettivo dell’Angolo della storia è  la conservazione e la valorizzazione della memoria delle istituzioni, realtà e persone esistite in passato a Villa Salus. È importante che la ricca e complessa storia di questo luogo non vada del tutto dispersa, ma continui almeno in parte a sopravvivere a Salus Space.
Quella che fu la Casa di cura “Villa Salus” (1950-2000) – e di cui resterà traccia, da un punto di vista fisico, nella palazzina che ospitava la camera iperbarica– era in origine Villa Monti, sorta nel ‘700. Famiglie nobili e personaggi illustri italiani ed europei vi hanno vissuto.

Villa Malvezzi nel 1910

Villa malvezzi nel 1910

Dal 1835 fino al 1945 fu la residenza della famiglia Malvezzi (da cui prese il nome la strada, via Malvezza).  Uno degli ultimi titolari e l’ultimo dei Malvezzi, fu il marchese Aldobrandino Malvezzi (1881-1961), docente universitario a Firenze, orientalista e appassionato di archeologia e di botanica.

Aldobrandino Malvezzi

Aldobrandino Malvezzi de Medici

Nel 1945 Villa Malvezzi fu venduta ad un’azienda di costruzioni: per la necessità di legname per la ricostruzione post-bellica si decise di smantellare il grande parco della Villa.

Nel 1950 la Villa e il terreno circostante fu acquistato dal professor Oscar Scaglietti col progetto di erigere una grande clinica ortopedica privata. Si decise di conservare come struttura portante la Villa antica che aveva due piani più una elevazione. L’attività della Casa di cura iniziò nel 1952, con un edificio di 4 piani.

Tra la fine degli anni ’50 e l’inizio del 1960, visto il grande successo della clinica, Scaglietti decise di ingrandire la struttura, portandola a 6 piani. Questa è l’immagine che ci siamo abituati a vedere per tanti anni, fino ad oggi. Per circa 40 anni, il protagonista assoluto di questa esperienza fu il professor Oscar Scaglietti (1906-1993), luminare dell’Ortopedia. A lui e alla sua clinica si rivolgevano persone ammalate da tutta Italia e anche dall’estero.

professor Scaglietti

Il Professor Scaglietti

Nel 1991 Scaglietti, ormai anziano, e i familiari decisero di vendere Villa Salus. Fu acquisita dal dottor Gino Meletti che la guidò, con alterne vicende, fino al 31 dicembre 2000. Poi la clinica cessò l’attività. Nel 2003 fu adibita per sei mesi a “centro di accoglienza” per un centinaio di persone (molti stranieri e una italiana) rimasti senza dimora a causa del crollo di un edificio (“gli sfollati di via San Savino”). Dal marzo 2005 al giugno 2007 Villa Salus divenne la residenza di 46 famiglie Rom. Il Comune di Bologna acquistò (in permuta) dal proprietario privato l’immobile e l’area circostante, per risolvere il problema dell’occupazione abusiva dell’ex-Ferrhotel da parte di queste persone. Dal luglio 2007 fino all’avvio del progetto Salus Space, nel 2016, la struttura è stata abbandonata, ha subito saccheggi e varie occupazioni abusive che hanno comportato danni e un marcato degrado.

In sintesi sono stati ripercorsi circa 250 anni. Questa è per sommi capi la storia di questo luogo. Di questa lunga vicenda, intendiamo recuperare o ricostruire memorie e documenti. Sono in corso diverse ricerche che dovrebbero tradursi in pubblicazioni. All’interno dell’area di Salus Space, molto probabilmente nella palazzina che verrà adibita a sala convegni e sale studio, troverà ospitalità “L’angolo della storia”. Si prevede l’installazione di pannelli e manifesti con immagini antiche del luogo, l’esposizione di documenti e oggetti del passato e la realizzazione di alcune pubblicazioni, raccolte in una collana denominata “Quaderni di Villa Salus”.  Noipromotori del progetto intendiamo autofinanziare le attività, compresa la stampa dei libri, che verranno dati in omaggio. Non è infatti un’iniziativa a scopo di lucro, si tratta solo di volontariato culturale.

viale ingresso Villa Salus

Ora verrà costituito un Comitato per portare avanti il progetto, gestirlo e instaurare con il Comune e gli enti di Salus Space un rapporto proficuo. Molte persone che hanno lavorato a Villa Salus stanno fornendo, con entusiasmo, materiale, notizie, fotografie, ricordi, preziosi per la ricerca e le pubblicazioni, consapevoli che è in atto un tentativo di salvare memorie ed esperienze del passato. Avremmo voluto presentare pubblicamente i primi frutti delle nostre ricerche nella neonata Sala incontri a Salus Space, ma a giugno 2018, quando prevediam

o di essere pronti, non lo sarà ancora la Sala… Quindi ci incontreremo in un altro spazio pubblico.
Il costituendo comitato per la cura dell’«Angolo della storia» è aperto alla partecipazione di altre persone che vorranno collaborare, questa la mail per aderire o ricevere informazioni: emanuelegrieco@libero.it

di Marilena Frati e Emanuele Grieco

 

Blend elementum consequat lacus, sit amet pulvinar urna hendrerit sit amet. Sed aliquam eu ante a ultricies. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Fusce elementum felis lorem, eget scelerisque enim blandit quis.

Massa turpis ornare nec commodo non, auctor vel cursus vestibulum varius hendrerit turpis quiseam cursus.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto