Salus SpaceArchives

Nuovo appuntamento per il Laboratorio di comunità di Salus Space, aperto a tutti e dedicato al tema del pluralismo religioso, giovedì 14 novembre, alle ore 18. L’incontro si svolgerà presso la Parrocchia Nostra Signora della Fiducia, in via Gaetano Tacconi, nel Quartiere Savena.

Laboratorio_comunità_Porto15

L’appuntamento successivo sarà venerdì 29 novembre al Centro Interculturale Zonarelli, in via Sacco 14, a Bologna. Un evento pubblico, aperto in particolare ai partner del progetto Salus Space e alle realtà del Terzo Settore. Parola chiave: “Cittadinanza Attiva”.

L’incontro fa parte del percorso per definire i valori fondanti della comunità degli
abitanti che sorgerà all’interno dell’area di via Malvezza.
Salus Space sarà un luogo dove sperimentare modalità collaborative, con una forte attenzione al “pluralismo religioso”.
Attorno a questo tema, con il supporto di ASP Città di Bologna, si cercherà di riflettere e raccogliere spunti utili per la creazione di una “carta dei valori”.

L’ultimo appuntamento si era svolto a Porto15, sede di un progetto di cohousing curato proprio da ASP Città di Bologna ed è stata l’occasione per ascoltare l’esperienza di condivisione degli abitanti dello stabile, che ormai vivono insieme da settembre 2017.

E’ aperto a tutti i cittadini il prossimo appuntamento con i laboratori di comunità, martedì 15 ottobre 2019 dalle 17.30 alle 19.30, in via del Porto 15, sede di un progetto di cohousing curato da ASP Città di Bologna. L’incontro sarà centrato sul “Vivere insieme”.

casa_Birba

Ma cosa sono i laboratori di Comunità? Sono lo spazio di confronto sulle parole chiave e i Valori fondanti per una comunità e su un possibile “regolamento di convivenza” che guidi le relazioni sia all’interno della comunità di Salus Space (Living community e Working community), che con i cittadini e le associazioni del territorio.

I Laboratori di Comunità hanno lo scopo di definire una proposta di Carta dei valori e un Regolamento di comunità per Salus Space, con il coinvolgimento dei partner di progetto, dei cittadini/e del Quartiere e dei possibili futuri abitanti di Salus Space, che saranno chiamati a confrontarsi sui temi del co-abitare e dei valori di comunità aperta e solidale.
In calendario ci sono incontri aperti alla cittadinanza, testimonianze di chi già vive esperienze di vicinato/cohousing, come quello a Porto 15, e focus group mirati, per favorire la più ampia partecipazione dei destinatari del progetto e dei cittadini, per arricchire il più possibile l’elaborazione e la riflessione su comunità, valori, spazi e regole di convivenza.
Da luglio sono iniziati i focus group mirati riservati a rifugiati e migranti. Un primo incontro si è tenuto presso la struttura SPRAR Casa birba e a ottobre si è tenuto un secondo appuntamento presso il Centro SPRAR Zaccarelli intorno alla parola chiave “Comunità”.

Dopo Porto15, gli incontri in programma già fissati sono:
14 novembre, alle 18, alla Parrocchia Nostra Signora della Fiducia (in piazza Lambrakis) – incontro pubblico con le comunità religiose della città.
Parola chiave: pluralismo

29 novembre, alle 18:30, al Centro interculturale Zonarelli – incontro pubblico con i partner e le realtà del Terzo Settore.
Parola chiave: Cittadinanza attiva

Nella foto un momento del laboratorio a Casa birba

Il primo appuntamento sarà il 7 maggio nella sede del Quartiere Savena. Un laboratorio dedicato a “Costruire comunità plurali”, come spiega il titolo, coordinato dall’Ufficio Reti e Lavoro di Comunità del Quartiere. La seconda parte sarà un mese dopo, il 6 giugno, nella Parrocchia Nostra Signora della Fiducia in Piazza Lambrakis.
Parallelamente al laboratorio, si svolgeranno delle lezioni magistrali, il 16 maggio, il 27 giugno e il 26 settembre, dedicate alle nuove forme di governance, alle comunità plurali e al tema della paura che intreccia quello delle comunità. A coordinare e introdurre, Roberta Paltrinieri, responsabile scientifico di DamsLabIl programma completo

Il laboratorio “Costruire comunità plurali” è organizzato con la collaborazione di DamsLab Università di Bologna, di ASP Città di Bologna e dei partner del progetto Salus Space.
Dagli organizzatori abbiamo ricevuto un approfondimento sui contenuti degli incontri, che si terranno alle ore 15.

Il Laboratorio di costruzione di comunità è pensato come momento di auto-formazione e confronto operativo tra referenti dei servizi del Quartiere, l’ufficio di Cittadinanza Attiva e gli Uffici di Rete, i partner del progetto e i cittadini interessati. Saranno coinvolte anche le persone (migranti, rifugiati, persone in bisogno abitativo) che frequenteranno la formazione prevista dal progetto e i futuri abitanti. Gli incontri saranno mensili e si alterneranno alle lezioni magistrali previste all’interno del Think Tank.
Obiettivo ultimo è quello di condividere conoscenze, idee e proposte per sostenere la creazione di comunità, “disegnare” una governance collaborativa, condividere una cornice di valori  per una “convivenza nella pluralità”. Si potranno individuare temi da approfondire mano a mano che il laboratorio procederà, così come potranno essere coinvolte diverse realtà e associazioni che di volta in volta potranno arricchire il percorso di confronto e progettazione.
Un primo esito previsto dal laboratorio sarà la redazione di linee guida per la governance di Salus Space e in un secondo momento di una Carta dei Valori della comunità di abitanti e un Regolamento sul Co-abitare.

Il primo incontro è previsto per il 7 maggio alle ore 15 e sarà dedicato a:
– condividere il contesto in cui si inserisce il laboratorio e gli obiettivi,
– mettere a fuoco lo scenario attuale sul lavoro di comunità nei Quartieri con un approfondimento sul Quartiere Savena,
– elaborare una cornice di lettura e di metodo sul mappare le reti e le comunità e condividere  il quadro conoscitivo oggi già in essere, 
– riflettere su cosa emerge dal lavoro di comunità e sviluppo di reti ad oggi realizzato, chi manca e chi dovrebbe esserci rispetto agli obiettivi del progetto Salus Space.

Gli aggiornamenti relativi al progetto

Nella foto un momento della festa del 4 luglio 2017, quando si riaprirono i cancelli di Villa Salus insieme ai cittadini del quartiere. Foto Borghesan

Blend elementum consequat lacus, sit amet pulvinar urna hendrerit sit amet. Sed aliquam eu ante a ultricies. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Fusce elementum felis lorem, eget scelerisque enim blandit quis.

Massa turpis ornare nec commodo non, auctor vel cursus vestibulum varius hendrerit turpis quiseam cursus.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto